OfficineJAZZ

Rassegna di musiche creative ad Officine Zero

Il jazz non è morto negli anni 60, anzi è vivo e vegeto! Lo spirito della grande musica afroamericana è sempre stato quello di assorbire gli stimoli del contemporaneo, rielaborarli con l’improvvisazione e produrre un repertorio originale e sorprendente.
I musicisti di oggi continuano questa tradizione mettendo in un frullatore elettronica, rock, etnica, soul e molto altro, e creando musica allo stesso tempo complessa e viscerale, raffinata ma sempre piena di swing.
Officine Zero presenta tre serate di progetti originali, composti da alcuni dei migliori musicisti della nuova scena jazz italiana.

Prima e dopo i concerti jazz, set a cura di Mojo Station.

22 giugno

Simone Alessandrini STORYTELLERS

Simone Alessandrini - sax alto
Antonello Sorrentino - tromba e flicorno
Federico Pascucci - sax tenore
Riccardo Gola - basso elettrico ed effetti
Riccardo Gambatesa - batteria

29 giugno

Francesco Fratini NEWCOMERS

Francesco Fratini - tromba
Leonardo Mezzini - chitarra
Giuseppe Romagnoli - contrabbasso
Matteo Bultrini - batteria

5 luglio

Ludovica Manzo SCRAPS

Ludovica Manzo - voce ed effetti
Marcello Giannini - chitarra
Riccardo Gola - basso elettrico e contrabbasso
Ermanno Baron - batteria