IN EVIDENZA

Non sarà un'asta a distruggerci

Lettera aperta

Oz Officine Zero nasce nel 2012 da una visione precisa, ovvero trasformare il fallimento dell' ex-RSI, un' impresa attiva per quasi un secolo, in un'opportunità per la città e da subito lancia una sfida alle istituzioni e alle forze economiche presenti a Roma. Condividendo parte del percorso con i movimenti sociali più attenti ai temi del lavoro, che rivendicano con forza spazi di agibilità e di innovazione, Officine Zero rilancia la posta individuando e costruendo una strada che coinvolga pubblico e privati...

25 novembre: C.O.R.P.O.

C.O.R.P.O. è un’esposizione di lastre al collodio sull’archeologia industriale: immagini still life su vetro e alluminio che tracciano le coordinate di uno spazio sospeso tra presente e passato, un territorio allo stesso tempo fisico e immaginario, popolato da sogni e idee proiettate verso un’immediato futuro.
C.O.R.P.O. è una struttura di ferro, acciaio, lamiere e materia: una traccia di storia, simbolo di un’era ormai volta al suo termine.
C.O.R.P.O. è l’anima, la struttura di OZ Officine Zero, con le sue arterie corpi-macchina colorati dalla ruggine.

27-28 ottobre:MULTISTRATO

27 OTTOBRE: QUALE LAVORO, QUALE CITTÀ
ore 15 Convegno: Prospettive e pratiche sulla rigenerazione e sul lavoro nella città di Roma
ore 20 Aperitivo
ore 21 Quartetto d'archi
28 OTTOBRE: LA NOSTRA CITTÀ, IL NOSTRO LAVORO
ore 16 Apertura
ore 17 Workshop
ore 19 Aperitivo
ore 19:30 Riffa degli artigiani
ore 20:30 Concerto a seguire dj set 

25 aprile a Casalbertone

Fonti in piazza

Attraverso immagini e suoni di repertorio l’installazione dà l’opportunità di rivivere visivamente e uditivamente ciò che accadde in Italia nel periodo storico che va dal 1922 al 1945.
L’utilizzo di fonti dirette, molte delle quali presenti all’interno dell’archivio storico dell’Istituto Luce e dell’archivio audiovisivo della sezione Provinciale di ANPI Roma, permette al fruitore di confrontarsi con le stesse immagini e suoni che produssero e costituirono l’immaginario collettivo degli italiani e delle italiane durante il periodo del fascismo e della II Guerra Mondiale.
La narrazione prende forma utilizzando linguaggi differenti.
L’audio diffuso attraverso un impianto, racconta la storia d’Italia dall’ascesa del fascismo fino al momento della liberazione ed è realizzato da un montaggio di parole tratte da discorsi dell’epoca o interviste a testimoni, e musica dei canti antifascisti.

Dal fascismo alla liberazione. Storia per immagini e suoni

Immagini

C.O.R.P.O. #3 Lili Refrain
C.O.R.P.O. #2 Mostra Pigments
C.O.R.P.O. #1 Rotadefero
MULTISTRATO il teaser